fbpx

Prendersi cura di un gioiello. Quando acquistiamo un gioiello o quando ci viene regalato, la prima cosa che istintivamente facciamo è ammirarlo in tutta la sua bellezza e poi indossarlo.

Ci sono gioielli che mettiamo solo in occasioni speciali, altri che indossiamo ogni giorno perché non riusciamo proprio a farne a meno, questo però comporta una particolare attenzione alla cura del prodotto.

I gioielli infatti non sono al 100% indistruttibili e nessuno di essi durerà tantissimi anni in condizioni ottimali, anche se i produttori si impegnano a renderli più resistenti possibile attraverso vari componenti aggiunti nella lega di metallo e diverse finiture superficiali.

 

Oro

L’oro normalmente può essere pulito con acqua e sapone aggiunto. Dopo questo passaggio, va risciacquato con acqua pulita e asciugato con un panno morbido.

Argento

gioielli di questo materiale sono sicuramente quelli che hanno bisogno di maggior cura. Se non indossati, non devono essere esposti all’aria, ma tenuti in appositi sacchetti di velluto o seta, o in portagioielli. Il problema più comune dei gioielli in argento è l’ossidazione, un processo naturale che però con una corretta manutenzione e cura può essere impedito. I produttori per non agevolare l’ossidazione nei gioielli in argento, molto spesso scelgono di aggiungere rodio (metallo brillante, lucido e prezioso che appartiene al gruppo del platino.)che non solo impedisce questo processo, ma prolunga la bellezza e la lucentezza delle superfici in argento. Esistono dei prodotti appositi per pulire l’argento, un lucidatore ed un panno speciale.

Acciaio

Non richiedono cure particolari, vengono puliti semplicemente con acqua e sapone. Dopo la pulizia basta sciacquarli ed asciugarli. L’unico fattore da tenere in considerazione, è la presenza di pietre incorporate che a contatto con l’acqua si possono staccare.

Ceramica

Si tratta di un materiale inossidabile. E’ altamente resistente ai graffi. Tuttavia, il contatto con elementi meno duri, come l’oro o il titanio, può generare la formazione di depositi di materiale apparentemente simili a graffi. Questi segni possono essere facilmente rimossi con una pulizia realizzata da Fabiani Gioiellerie. Pulire il gioiello in ceramica con acqua tiepida e una spazzola dalle setole morbide, quindi asciugare con un panno morbido.

 

In sostanza, il tuo gioiello richiede un’adeguata cura quando lo si maneggia e lo si indossa, per conservarne nel tempo lo splendore originario

8 regole da seguire per prendersi cura di un gioiello

1. Lavare il gioiello in acqua  tiepida e sapone con una spazzola morbida, eccetto quelli con parti in pelle, che devono essere pulite con un panno morbido.

2. Conservare il gioiello nella sua custodia e/o pochette originale dopo l’uso. Riporre sempre il gioiello su una superficie morbida.

3. Evitare il contatto con altri gioielli e oggetti metallici. L’attrito può deteriorare la brillantezza del gioiello.

4. Evitare di forzare chiusure, snodi ed elementi metallici.

5. Per non perdere o danneggiare i gioielli, riporli accuratamente prima della pratica di qualsiasi sport

6. Se un gioiello subisce un colpo o un urto, l’incastonatura della pietra potrebbe richiedere un controllo per evitare la perdita delle stesse

7. Evitare il contatto con profumi, alcool, cosmetici, ammoniaca e cloro

8. Rivolgersi ad un punto vendita di Fabiani Gioiellerie per un periodico controllo ed una pulizia professionale

” Un gioiello è per sempre” , lo è davvero, meglio prendersene cura.

Serena Papini – blogger di Fabiani Gioiellerie

Add to cart